Utilizzo degli autovelox: le precisazioni del Ten. Marchesani, comandante della polizia Municipale di Cupello

autovelox.jpgriceviamo e pubblichiamo:

Il Comandante della Polizia Municipale di Cupello, Ten. Antonio Marchesani, nella qualità di ufficio coordinatore dei Comuni che effettuano il servizio di rilevamento elettronico della velocità sulla …

Utilizzo degli autovelox: le precisazioni del Ten. Marchesani, comandante della polizia Municipale di Cupelloultima modifica: 2009-08-27T13:16:57+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Utilizzo degli autovelox: le precisazioni del Ten. Marchesani, comandante della polizia Municipale di Cupello

  1. …..le disposizioni indicate nella circolare del Ministero hanno da sempre trovato il rigoroso rispetto da parte degli agenti di P.M. che operano da diversi anni sulla Trignina!?!?!?ecc……ma vai a quel paese comandante….ma se gli autovelox li nascondevate…..sei un gran bugiardo tu che dovresti far rispettare la legalità!

  2. …apparte il fatto che dovresti scrivere con più correttezza e rispetto, inoltre penso che il tema dell’autovelox infastidisce molto poichè prende in castagna tutti quelli come te che non amano le regole ovvero credono sempre che valgono solo per gli altri. I controlli che stanno effettuando sulla trignina li condivido pienamente anzi invito tutte le forze dell’ordine ed in primis la Polizia Municipale a continuare con constanza e tenacia il proprio servizio. Per quanto riguarda il fatto di essere visibili non credo debba essere un motivo da condannare, poichè essendoci già posti dei segnali di limite di velocità e quant’altro indicante che la strada è sottoposta a misuratori di velocità non vedo la necessità. Infatti pur rispettando, non concepisco il senso di tali direttive sia del ministero che quelli giurispudenziali. E come dire vado a rubare in casa di altri nella consapevolezza che non ci sia nessuno in casa. Allora perchè lamentarsi sè l’autovelox sia visibile oppure no? Se i limiti sono quelli vanno rispettati e basta. Detto questo resto sempre dell’avviso che in Italia ci si lamenta sempre e di tutto, poi quando si verificano brutti incidenti mortali maledicono le forze dell’ordine che non adempiono ai dovuti controlli.Infine un mia culpa dovrebbero farli tutti coloro che pur sapendo quanto sia importante tale attività, sopratutto al fine di di preservare le vite umane, appoggiano tesi con assurde battaglie indegne di un paese civile…. P.S. come mai gli incidenti si sono fortemente ridotti rispetto al passato? Cordialmente

  3. Gli incidenti non si sono affatto ridotti caro pino e la causa di mortalità maggiore è la perdita di controllo del mezzo che avviene spessissimo per incapacità alla guida o anche per le pessime condizioni stradali, degne di paesi da terzo mondo. continuiamo a far cassa con questi sistemi e con limiti assurdi che non fanno altro che creare altri pericoli.
    Faccio 50mila km all’anno, ho 24 punti sulla patente e da molto ho la prima classe di merito, di imbecilli al volante in italia ce ne sono troppi, non inventiamoci scuse come quelle della velocità eccessiva, sono eccessivi i 50 km orari di limite su una statale o su strade come la trignina che è in realtà in condizioni pietose.

  4. qualcosa non mi quadra nel tuo ragionamento, prima dici che la strada è in pessime condizioni e poi dici che i 50 km orari sono troppo pochi. Poi aggiungi che conducenti sono imbecilli e che a causa della loro guida imprudente perdono il controllo del mezzo provocando assurdi incidenti.
    Sappiamo tutti che la trignina e una strada pericolosa proprio per la sua conformazione ed al contempo invita a schiacciare il piede sull’accelleratore, così come è chiaro che bisognerebbe intervenire per renderla più sicura, magari allargando la carreggiata. Allora dico dobbiamo aspettare forse che si decidano ad iniziare i lavori caro nico? Bene se pensi questo allora aspettiamo anche altri morti…….poi però rifletti……

  5. E’ evidente che sono ALCUNI i punti in cui la strada è in pessime condizioni, ma quanto basta per creare pericoli. Sul resto trovo ridicolo un limite anche di 70, significa stare fermi, è una strada extraurbana dove si potrebbe ragionevolmente fissare un limite sui 90. Ribadisco il concetto sulla diffusissima incapacità alla guida, non vedo cosa non ti quadri. Spesso le lumache sono fonte di maggior pericolo rispetto a quelli che vanno 10-20 km orari in piu’ del limite consentito. Gli impacciati alla guida, a Vasto ne girano tantissimi, creano code, nervosismi e delle volte sono la causa di manovre azzardate.

  6. Ascolta non vorrei essere ripetitivo o presuntuoso in questo ragionamento che stiamo portando avanti, però vorrei evidenziare, senza decentrare il discorso che è ovvio quando si parla di sicurezza stradale, va intesa a 360° e in tutte le sue sfaccettature che determinano poi gli incidenti stradali. Non sono qui a dirti che i vari fattori come quello umano non sono importanti o determinanti, anzi vanno certamente presi in seria considerazione, come vanno sicuramente presi in seria considerazione altri fattori come ad esempio le condizioni delle strade e delle caratteristiche dei veicoli che vi circolano, però e chiaro a tutti che senza l’ausilio di determinati controlli il tutto viene vanificato. Nella fattispecie si discuteva della velocità ed in particolare dell’uso dell’autovelox. Adesso mi dici dei veicoli lenti, poi mi dirai delle mancate precedenze, poi dei sorpassi vietati ecc, ecc….. Detto questo, vorrei sottolinearti di essere anche io un frequentatore di quella strada denominata “trignina” e posso dirti che a molti utenti non solo gli ritirerei la patente ma anche il veicolo con cui sono alla guida. In ordine di importanza, poi è meglio mille verbali o una vita umana? Vedi caro Andrea o Nico, una nazione anarchica e fonte di malessere, per cui il rispetto delle regole è indispensabile al fine di un maggior senso di convivenza civile, e gli organi di polizia preposti devono e possono fare molto. Cordiali Saluti

  7. Si va be’, ma i limiti di velocità sulla trignina sono ridicoli.
    Non si muore perchè si va un po’ piu’ veloce, ma per altri motivi.
    Una volta ho visto imboccare al contrario una rampa di uscita, se non possiamo togliere la patente agli imbecilli, facciamo in modo che non possano andare contro mano.
    Se si pensa che l’unica soluzione sia ‘andare piano’ siamo degli stupidi e facciamo il gioco di chi sulle nostre strade non investe soldi seriamente da almeno 30anni.

  8. gli organi di polizia devono prevenire e non soltanto reprimere, con autovelox nascosti, perchè così non si risolve niente e serve solo a far cassa e togliere punti alle patenti….poi ci sono strade con limiti di velocità a 50 Km/h ….limiti che andavano bene 30 anni fa ma che con le macchine attuali possono essere facilmente superabili senza arrecare nessun danno ad alcuno

  9. Cominciamo con il dire che tutti gli agenti della P.M. nascondano gli autovelox e non ne segnalano neanche la presenza. Non fanno alcuna prevenzione perché si piazzano semplicemente dove i limiti di velocità sono più bassi e se hanno gli autovelox nelle auto si parcheggiano in modo tale che non puoi vederli. Gli autovelox devono essere visibili e segnalati. Un’altra cosa: se i vigili urbani non hanno nulla da fare nel centro abitato possono starsene anche a casa visto che vengono pagati dal Comune per far regnare l’ordine nel territorio comunale e non sulle S.S. dove cittadini del Comune non ve ne sono. Quale prevenzione; rimpinguate le casse dei comuni i cui amministratori sperperano.

Lascia un commento