Il presidente Di Giuseppantonio e gli assessori delegati hanno iniziato a delineare il “Piano Turismo”

di_giuseppantonio.jpgDopo aver avviato il “Piano Scuola”, priorità assoluta per il presidente, Enrico Di Giuseppantonio e la sua giunta, l’amministrazione provinciale prosegue nell’individuazione delle linee guida di governo per il quinquennio 2009-2014.In mattinata, infatti, il presidente e gli assessori delegati hanno avuto un incontro per delineare la politica……

 turistica da attuare nell’immediato, in considerazione anche delle attuali difficoltà di bilancio che l’ente registra e che sono in fase di verifica.

Quello del turismo costituisce un settore di fondamentale importanza per l’amministrazione Di Giuseppantonio, come è stato ricordato più volte nel programma elettorale e ribadito recentemente dal presidente nel corso dell’assemblea annuale di Confindustria Chieti, alla presenza del presidente dell’Enit, Matteo Marzotto.

«Quella turistica – ha spiegato il presidente, Enrico Di Giuseppantonio – deve diventare a tutti gli effetti la seconda industria della provincia di Chieti, che diventerà, come ho spiegato in campagna elettorale, la “Catalogna d’Italia”: questo non è solo uno slogan dal forte impatto propagandistico e vuoto di contenuti, ma un preciso progetto di marketing turistico, che stiamo delineando in maniera sempre più precisa. La nostra idea parte dall’intervento per qualificare il turismo in tutti i 104 Comuni della provincia, non a caso definiti da me i “104 tesori del nostro territorio”, con servizi ed accoglienza che rendano competitive le nostre strutture rispetto a quelle concorrenti ed attraverso un più stretto legame tra costa ed entroterra.

Un esempio di integrazione sarà la via verde della Costa dei Trabocchi, da realizzarsi sulle aree di risulta del vecchio tracciato ferroviario, integrato con un percorso ciclabile e pedonale, come una lunga promenade di decine di chilometri, che darà sicuramente una forte spinta qualitativa all’offerta turistica e contribuirà a centrare il nostro obiettivo.

La provincia di Chieti è sicuramente nel suo complesso una delle province più belle ed interessanti d’Italia, per il patrimonio naturalistico, per la ricchezza dell’offerta turistica in termini di centri storici, di beni architettonici, artistici e religiosi di assoluto livello. Ciò nonostante gran parte dell’offerta ricettiva provinciale soffre di una stagionalità esasperata, che dobbiamo combattere con un’analisi della domanda turistica, che in altre parti d’Italia è ormai destagionalizzata.

Ho dato mandato all’assessore Remo Di Martino di studiare anche forme di incentivo al turismo, mentre insieme all’assessore Gianfranca Mancini formuleremo delle proposte concrete per dotare le nostre imprese ricettive di tutti i requisiti per accogliere i diversamente abili, che non ancora trovano un ventaglio di proposte adatte alle loro esigenze».

Il presidente Di Giuseppantonio e gli assessori delegati hanno iniziato a delineare il “Piano Turismo”ultima modifica: 2009-08-01T16:11:19+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Il presidente Di Giuseppantonio e gli assessori delegati hanno iniziato a delineare il “Piano Turismo”

  1. Spero che il Presidente della provincia sia stato in Catalunia almeno una volta (visto che c’è Rayn air da Pescara), perchè non é solo turismo ma anche shared service a livello europeo, e l’Abruzzo o la provincia di Chieti potrebbero anche attrarre l’inserimento di multinazionali per servizi di accounting, sales e risorse umane. Quanti laureati delle nostre zone ritornerebbero a casa per 100 o 200 euro in meno, almeno si risparmiano 400 euro al mese o più d’affitto in citta come Roma o Milano.

Lascia un commento