Uniti per Vasto: “come fa il Comune a restaurare il Genova Rulli se non è di sua proprietà?”

genova Rulli1.JPGIl 30 giugno scorso, Nicola D’Adamo (io) e Ivan Aloè hanno presentato un’interrogazione sul complesso Genova Rulli a Porta Nuova. Il problema è questo: il Comune vuole intervenire sul complesso o no? Tanto per spiegare meglio, il Consiglio Comunale di Vasto con …

delibera 47 del 3 agosto 2005 ha deciso di acquisire in comodato d’uso il palazzo Genova Rulli a Porta Nuova e in data 31 gennaio 2006 tra Comune e Seminario Arcivescovile di Chieti-Vasto è stato sottoscritto il “contratto di comodato d’uso” della durata di 60 anni. In tale contratto “Il Comune di Vasto si obbliga ad effettuare tutti gli interventi di recupero e restauro conservativo necessari per completo ripristino della fruibilità dell’immobile”; da “eseguire a propria cura e spese”. Sono passati 4 anni e nesuno dice cosa si vuole fare.
Oggi, rispondendo all’interrogazione, il Sindaco ha dato una risposta di cui si parlava da tempo ma non era stato mai chiarito. Per restaurare il palazzo ci vogliono circa 8 milioni di euro. Soldi che il Comune ovviamente non ha. Ma il problema non sarebbe solo questo. Sull’immobile il Comune non può intervenire perchè non ha la “proprietà” del Genova Rulli – ce l’ha solo in comodato – e quindi nè può impegnare i propri fondi (“potrebbe intervenire la Corte dei Conti”), nè può chiedere finanziamenti europei o statali.
Nicola D’Adamo nella replica ha detto che finalmente si è chiarita la questione sulla “proprietà” e che giustamente se il Comune non è “propietario” del Genova Rulli non può intervenire su di esso nè con propri fondi nè chiedendo finanziamenti. Ma il problema potrebbe essere superato facendo presentare la richiesta di finanziamento al legittimo proprietario che è la Curia Arcivescovile. Bisogna però decidere se la questione interessa o meno l’attuale maggioranza. Dalla risposta data all’interrogazione è emersa una risposta chiara: il restauro del Genova Rulli non interessa l’attuale maggioranza.
…E mo’ chi lo dice al Vescovo?
Uniti per Vasto: “come fa il Comune a restaurare il Genova Rulli se non è di sua proprietà?”ultima modifica: 2009-07-31T09:41:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento