Scientifico di Chieti, Magistrale di Lanciano, Alberghiero di Villa Santa Maria e Itis di Chieti le priorità del “Piano Scuola”

di_giuseppantonio.jpg Si è svolto questa mattina nella Sala della giunta provinciale, il primo incontro tra il presidente, Enrico Di Giuseppantonio, l’assessore all’Edilizia Scolastica, Donatello Di Prinzio, i dirigenti della Provincia e i tecnici dell’ente, per fare il punto della situazione dello stato in cui si trovano le scuole del territorio al fine di dare l’avvio al “Piano Scuola”.Dalla riunione è emersa la situazione di sofferenza di alcuni edifici scolastici….,

per i quali comunque saranno attivate, entro pochi giorni, le verifiche e gli interventi necessari per permettere la riapertura delle scuole.

In particolare sono quattro le situazioni che sono più rilevanti e che saranno affrontate nell’immediato. In primis, il liceo scientifico di Chieti: la succursale, ospitata presso il Seminario Regionale, ha urgente necessità di interventi che saranno oggetto di un imminente incontro tra la Provincia e la curia arcivescovile. Intanto, la Provincia si impegna fin da ora a studiare una possibile soluzione alternativa che porterà alla realizzazione di un nuovo edificio scolastico.

Diversa la situazione dell’istituto magistrale di Lanciano: qui il problema riguarda la collocazione di una delle due succursali della scuola, che non è più agibile. Il presidente Di Giuseppantonio ha incaricato l’assessore Di Prinzio, di recarsi in città per verificare la possibilità di spostare provvisoriamente le classi ospitate in quell’edificio in uno degli immobili cittadini di proprietà della Provincia. Il sopralluogo ci sarà il 4 agosto prossimo.

Due invece sono i problemi dell’istituto alberghiero di Villa Santa Maria: da una parte, la situazione del convitto femminile, che è di proprietà del Comune, dall’altra alcuni problemi relativi alla gestione della scuola. Anche in questo caso, l’assessore Di Prinzio, nella stessa giornata del 4 agosto, su mandato del presidente, incontrerà il sindaco di Villa Santa Maria e il preside dell’istituto per affrontare le questioni aperte.

Infine, l’Itis di Chieti, la cui succursale in via D’Aragona non è più agibile: secondo i tecnici la soluzione migliore sarebbe la ricostruzione dell’edificio ex novo. Una possibilità che sarà valutata appena dopo ferragosto.

«Verranno attivate dopo le ferie di Ferragosto – ha specificato l’assessore Di Prinzio – tutte le iniziative atte a reperire i fondi per adeguare gli edifici interessati dagli eventi sismici del 6 aprile, dei quali è stata già data comunicazione alla Regione».

«L’attenzione – ha commentato il presidente, Enrico Di Giuseppantonio – che l’amministrazione provinciale avrà nei confronti delle problematiche relative al mondo della scuola sarà massima: abbiamo voluto affrontare da subito le difficili situazioni strutturali che presentano gli edifici scolastici della Provincia per poter consentire ai nostri ragazzi di poter tornare tra i banchi in tutta sicurezza fin dal primo giorno del prossimo anno scolastico. Ho dato mandato agli assessori Di Prinzio e Petrucci di monitorare costantemente la situazione delle scuole affinché possano riferirmi tempestivamente tutte le necessità che si dovessero presentare così da intervenire immediatamente».

Scientifico di Chieti, Magistrale di Lanciano, Alberghiero di Villa Santa Maria e Itis di Chieti le priorità del “Piano Scuola”ultima modifica: 2009-07-31T15:40:37+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento