Intervista al Sindaco di Cupello sulla situazione al Civeta

angelo pollutri.JPGdi Orazio Di Stefano

Su quanto sta accadendo al Civeta, abbiamo intervistato Angelo Pollutri, che, oltre ad essere il sindaco del Comune che ospita l’impianto, è su questa vicenda  come si capirà dalle risposte che ci fornisce  uno degli amministratori più preoccupati ed accorti.

Sindaco, è disponibile a rilasciare un’intervista sul Civetta ?…..

Certo che lo sono. E perché non dovrei esserlo?

Va bene. Allora quando la facciamo ?

Sto in macchina. Per me va bene anche adesso, ma partiamo dal fatto che c’è una novità positiva. La Regione ci ha appena rilasciato l’autorizzazione cosiddetta Aia

L’avete avuta grazie al commissario Famoso

Certo il dottor Famoso ha fatto un buon lavoro, ma è giusto dire che senza la mia ordinanza (quella relativa all’utilizzo dello stoccaggio presso la nuova vasca) tutto questo non sarebbe stato possibile ed anzi il mio provvedimento ha consentito anche un risparmio. Lo sa che senza quella mia ordinanza a Cerratina la nostra immondizia avrebbe dovuto andarci da prima ?

Ma comunque adesso portate l’immondizia a Lanciano senza pagare le fatture relative…

Io le mie fatture (quelle del Comune di Cupello, n.d.r.) non le ho rimandate indietro, perché devono essere pagate. Ci mancherebbe altro…Se non le paghiamo e Cerratina ci chiude le porte, finisce a…”schifìo” nel senso letterale del termine

I suoi colleghi sindaci non le stanno pagando. Lei come ha fatto ?

Ho evitato delle spese per così dire superflue. Per esempio non ho fatto la carciofesta. Comunque i debiti si pagano, anche se il problema va risolto.

In che modo ?

Dobbiamo specializzare il Civeta su un proprio peculiare ciclo di lavorazione e poi mandare gli scarti dei rifiuti a Lanciano, con cui va costituito un unico Ato, come prevede il Piano regionale dei rifiuti. E questo lo dobbiamo fare subito !

I consiglieri regionali del vastese Tagliente ed Argirò chiedono un commissario regionale che faccia le cose che lei ha appena detto…

Ho letto. E sono d’accordo, purché non si tratti del solito politico. Aggiungo altro. Se vengono estesi i poteri a Famoso, che è un tecnico che garantisce tutti, per me va bene che sia lui il commissario che ci traghetta nell’Ato e faccia le suddette cose

Sindaco lei è un politico accorto e si renderà conto che le cose che mi ha detto susciteranno quanto meno dibattito in questa zona…

Lo so, ma sono le cose penso. Anzi aggiungo altro. Il bilancio (contro il quale hanno votato i sindaci di San Salvo e Vasto, n.d.r.) può essere anche rivisto e si possono discutere i rilievi formulati, ma lo spirito deve essere quello di sistemare le cose…

Già…sistemare le cose. Dopo la proposta Tagliente – Argirò e le responsabili e coraggiose dichiarazioni di questa intervista cominciamo a sperare che le cose si sistemino. Grazie Sindaco !

Intervista al Sindaco di Cupello sulla situazione al Civetaultima modifica: 2009-07-05T16:37:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento