Nuovo aeroporto per L’Aquila: pista di 1400 metri per far atterrare i grandi della Terra in occasione del G 8

aereo.jpgInaugurato oggi lo scalo Aeroporto dei Parchi in località Preturo, dopo i lavori di adeguamento realizzati in base alle accresciute esigenze di operativita’ a seguito del terremoto del 6 aprile scorso e in vista del G8, ospitato nel capoluogo abruzzese. L’aeroporto, che ha una pista lunga 1.400 metri, e’ adeguato, spiega l’Enac in una nota, per ospitare decolli ed atterraggi di elicotteri e aeromobili fino alla classe ATR-42……

  E saranno i controllori dell’Enav a gestire il traffico aereo nell’aeroporto abruzzese. Il finanziamento complessivo a carico dell’ente nazionale per l’aviazione civile e’ stato di 900mila euro, utilizzati per l’ampliamento piazzole di sosta per elicotteri, l’ampiezza totale attuale e’ di 30.000 metri quadri circa e per la realizzazione della via di rullaggio che collega il nuovo piazzale a quello preesistente. Inoltre, a seguito di una serie di ispezioni condotte dall’Enac sull’aeroporto per una verifica della rispondenza alle norme di sicurezza dell’Icao (International Civil Aviation Organization), l’ente aveva approvato un programma di rientro per opere non conformi.

Il programma ha visto l’impiego da parte del Comune di L’Aquila di 2 milioni di euro per la realizzazione di strade di accesso; riqualifica della pista di volo; strip (strisce di sicurezza ai margini delle piste e delle vie di rullaggio); recinzioni del sedime aeroportuale; ristrutturazione generale di tutti gli edifici esistenti. I progetti per la realizzazione di tali opere sono stati approvati dall’Enac che ne ha anche verificato l’agibilita’.

Il presidente dell’Enac, Vito Riggio, a margine dell’inaugurazione di oggi, ha annunciato alla presenza del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di aver proposto al sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, di intitolare l’aeroporto della citta’ all’Ingegnere Giuliana Tamburro, dipendente dell’Enac, deceduta con il figlio e il padre nel crollo della sua abitazione nel terremoto che ha colpito l’aquilano il 6 aprile.

Giuliana Tamburro, laureata in ingegneria elettronica, coordinatrice del settore Ricerca Tecnologie e Programmi dell’Enac, ha rappresentato l’Ente in numerosi consessi tecnici nazionali ed internazionali seguendo prevalentemente la certificazione di nuovi modelli di aeromobili, in particolare degli UAV (Unmanned Aerial Vehicle – velivoli senza pilota) e, negli ultimi tempi, l’elaborazione e l’applicazione del Regolamento Comunitario per i diritti dei passeggeri disabili e a ridotta mobilita’ nel trasporto aereo. Il sindaco Cialente ha espresso disponibilita’ a valutare la proposta di Riggio.

Dunque, la gestione del traffico aereo sara’ affidata ai controllori dell’Enav, dopo che lo stesso ente ha installato nell’ultimo mese tutte le tecnologie necessarie per adeguare lo scalo agli standard idonei all’occasione in piena sinergia con la Protezione civile. Tra controllori del traffico aereo, tecnici e personale di supporto saranno circa 20 le persone che Enav distacchera’ fino al 12 luglio per la gestione del traffico aereo.

Tra sistemi di assistenza al volo integralmente implementati da Enav per garantire regolarita’ e sicurezza si annoverano: le nuove radio assistenze per atterraggi strumentali; l’impianto delle luci di pista; il radar trasportabile (per la migliore operativita’ dei controllori del traffico aereo); il potenziamento di ogni tipo di comunicazione (per le frequenze Vhf/Uhf). Inoltre, al fine di gestire al meglio il tratto nello spazio aereo interessato, presso il centro di controllo d’area di Roma (ACC) Enav ha provveduto a stabilire un coordinamento con la difesa aerea ed un coordinamento per la realizzazione di particolari corridoi aerei.

Nuovo aeroporto per L’Aquila: pista di 1400 metri per far atterrare i grandi della Terra in occasione del G 8ultima modifica: 2009-07-02T23:13:06+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento