D’Adamo a Sigismondi: per il dibattito io sono pronto, anch’io faccio parte di uno dei “principali partiti italiani”.

D'Adamo F..jpgDall’assessore F.D’Adamo (IdV) riceviamo e pubblichiamo

Piatto ricco mi ci ficco. Apprendo dai giornali di un invito rivolto dal candidato Etelwardo Sigismondi (PdL) al candidato Vincenzo Sputore (PD). L’invito consiste nel voler affrontare un pubblico incontro sulle motivazioni che spingono l’elettorato a scegliere tra i due esponenti dei principali partiti italiani. Siccome anch’io ritengo di far parte di uno dei “principali partiti italiani”, sono  …

qui a disposizione – forse come terzo incomodo – per questo eventuale dibattito.

Io sono convinto che bisogna confrontarsi con i rappresentanti di tutti i partiti e soprattutto con tutti i cittadini, se si vuole svecchiare il modo di fare politica e non alimentare la disaffezione delle persone; se si vuole far tornare la campagna elettorale ad un importante momento di confronto su programmi ed idee per il territorio (vedi caro Etel, uso le tue stesse parole) e non l’ormai solito mercato del voto.

Io qualche contributo l’ho dato: pur tra mille difficoltà  sono stato in grado di portare l’immagine di Vasto sulle pagine del Times, del Guardian, del Corriere della sera e delle principali testate giornalistiche italiane. Idee nuove le ho prodotte. Altre sono in cantiere per il futuro.
La mia campagna elettorale ha mostrato come gli ideali possano camminare senza apparati e senza denaro. Non sono capace di fare il “porta a porta” ne so promettere favori personali. Alla fine si vedrà quale consenso riuscirà a ottenere l’Italia dei Valori e quale gli altri “principali partiti italiani”.

A volte mi riconosco in Marco Pannella che è costretto a fare scioperi della fame e della sete per far acquisire al suo partito la necessaria visibilità per lo sviluppo dei suoi archetipi.
Intanto però mentre noi parliamo il tuo Presidente del Consiglio ed il tuo presidente di Regione danno l’ok per predisporre il Porto di Ortona all’attracco di navi da crociera per il G8. Qualcuno della tua area politica di livello regionale ha pensato, almeno timidamente, di avanzare la candidatura di Punta Penna per questo scopo? Mi fermo qui, non vado oltre, sarebbe troppo lungo.
Vogliamo parlare di idee o di proposte? Parliamone, ma poi dobbiamo essere capaci di realizzarle. Io ho attraversato gli anni 70. Allora nessuno voleva rintanarsi dietro una scrivania (lo cantava anche Antonello Venditti) tutti volevano essere creativi, architetti, musicisti e sulla scia di RobertoNicolini … assessori alla Cultura.

P.S. Forse dovresti precisare meglio il tuo pensiero sui “principali partiti italiani” poichè ho da poco letto una risposta dell’assessore Sputore che ti scrive queste parole: “Ringraziandoti per avermi individuato, tra i tanti candidati, come interlocutore per un potenziale dibattito”.

Francescopaolo D’Adamo

D’Adamo a Sigismondi: per il dibattito io sono pronto, anch’io faccio parte di uno dei “principali partiti italiani”.ultima modifica: 2009-05-30T00:52:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento