Una firma pro-life per la Giornata per la Vita

bottone22.jpgIn occasione della 31^ Giornata per la Vita, in programma per domani (primo febbraio), Francesco Bottone, esponente pro-life e capogruppo di Voci Libere in Consiglio comunale a Schiavi di Abruzzo (CH), propone la sottoscrizione di un appello contro l’introduzione e l’utilizzo della pillola abortiva Ru486….

“La Ru486 non è una medicina. – spiega Francesco Bottone – Non cura alcuna malattia. Non aiuta la vita, ma la stronca sul nascere. La Ru486 non è amica delle donne. Non realizza in alcun modo un aborto indolore, ammesso che sia possibile realizzarlo. E’ al contrario un sistema abortivo altamente controverso anche dal punto di vista della sua sicurezza ed efficienza clinica. Inoltre la pillola abortiva tende a deresponsabilizzare il sistema medico, e a ridurlo a dispensario di veleni, e lascia sole le donne, inducendole a una sofferenza fisica e psichica prolungata e domestica, molto simile alle vecchie procedure dell’aborto clandestino. Per queste ragioni etiche – chiude
l’esponente pro-life – siamo contrari alla pillola Ru486 e alla sua introduzione in Italia, anche perché la sua utilizzazione è incompatibile con le norme della legge 194/1978. E pensiamo che occorra fare di tutto, ciascuno nelle forme pertinenti il proprio ruolo, per impedire la diffusione di questa pillola, ultimo ritrovato della cultura della morte.

Una firma contro l’aborto, una firma per la  Vita”.

Per aderire all’appello già sottoscritto da Francesco Bottone basta
inviare una e-mail con i propri dati all’indirizzo

appelloRu@ilfoglio.it

Una firma pro-life per la Giornata per la Vitaultima modifica: 2009-01-31T22:29:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento