Intitolare una strada ai giudici Falcone e Borsellino: la lettera di un lettore

comune divasto2.jpgda Davide Delle Donne riceviamo e pubblichiamo 

Caro Direttore ho lavorato nel 1992/1993 presso una ditta di trasporti locale che distribuiva materiale scolastico in tutta Italia e tra queste la Sicilia.Il primo ricordo che ho di questa Regione e’ la sua suggestiva bellezza ,ma immediatamente dopo il Corteo anti-mafia che ho visto per l’assassinio di Salvo Lima….

a Palermo. Ho lavorato e trasportato arredi anche a Corleone e Toto’ Riina era ancora latitante.Ho visto i volti terrorizzati di ragazzi in divisa armati fino ai denti ,a combattere qualcosa molto piu’ grande di loro  e allo  stesso tempo molto palpabile .Come non ricordare i due Magistrati  Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che rei di aver mosso troppo le acque ,di aver cercato di cambiare questa martoriata Nazione,hanno offerto le loro Vite per portare a termine il loro Dovere. Proprio quel  Senso del Dovere e il Senso dello Stato che quotidianamente viene macchiato da qualcuno che dal suo posto di responsabilita’ cerca un mero vantaggio economico e personale.Quante parole ,quanti buoni propositi,quanti slogan…ma lo Stato in quell’episodio , in tanti episodi e’ momentaneamente assente. Insomma ho notato come in tante Citta’ anche vicine a noi (vedi Lanciano) hanno intitolato Strade ai Due Magistrati (Falcone e Borsellino) e mi sono domandato se in futuro anche a Vasto si poteva ricordare la Memoria del Loro Sacrificio per la lotta alla Mafia e alla Delinquenza con l’intitolazione di una Strada.
Cordiali Saluti  Davide Delle Donne

Intitolare una strada ai giudici Falcone e Borsellino: la lettera di un lettoreultima modifica: 2008-12-31T12:55:28+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento