Crisi morale e politica. Parte da Vasto il Movimento “Cattolici per la Famiglia”

emiciclo.jpgdi Lucio Ritucci (Salesiano Cooperatore)

I recenti, gravi episodi, in cui sono stati coinvolti gli esponenti della giunta regionale d’Abruzzo, culminati con l’arresto del presidente Ottaviano Del Turco, di alcuni assessori e dirigenti, hanno suscitato in gran parte dell’opinione pubblica, in quella che crede …

ancora alla validità dello “Stato” con le sue istituzioni, un senso di amarezza e di perplessità, di sgomento.

Non sono in grado, ne è compito mio indagare sulle specifiche ragioni che hanno indotto la magistratura a dover far ricorso agli arresti tanto da provocare in un baleno un terremoto nella regione Abruzzo.

Questa terra che vantava essere l’isola felice, sino a poco tempo fa indenne da malversazioni del genere, diventa anch’essa regione in cui s’infittiscono sospetti per tangenti, distrazioni di fondo, malgoverno, tutto per effetto di questa maledetta politica.

C’è da chiedersi perché oggi ci sia crisi morale nei partiti?

Evidentemente perché sono venuti meno in essi i contenuti ideali che ispiravano gli uomini di un tempo ad essere severi custodi del patrimonio dello stato:Don Sturzo,De Gasperi, Spataro, Nenni, Einaudi, De Nicola, Gaspari, Natali.

Per certuni e non per tutti, per fortuna, la politica in questi ultimi decenni è diventata pedina per loschi affari di milioni.

Un dì quando in politica militava un gran numero di uomini onesti , durante la campagna elettorale, in piazza su malfermi trabiccoli e modesti altoparlanti, i candidati  presentavano i loro programmi di partito, alla buona, fuori dalle fastose riunioni conviviali di oggi, con contorno di discorsi stereotipati.

Come siamo giunti a questo punto di rottura?

È probabile che l’assenteismo e l’indifferenza degli uomini di cultura , messi da parte dai big della politica, per far posto ad elementi di scarsa sensibilità, senza scrupoli,milionari disinvolti, abbiano prodotto effetti cosi letali per la vita della nazione.

Occorre, allora, ritrovare la via giusta, riordinare le idee, rinnovare le file, essere severi amministratori di quel denaro pubblico che i nostri padri consideravano “COSA SACRA”.

Ho fiducia nella ripresa dell’Abruzzo e dell’Italia, perché ci sono ancora tanti uomini onesti.

Basta cercarli.

Il cardinale Ruini nel 1992 invitava i cattolici ad entrare nella mischia richiamandoli alle loro responsabilità davanti alla crisi morale e politica che investe il paese.

Da Vasto parte oggi un segnale forte: il movimento “cattolici per la famiglia” che vuole riportare la politica entro i canoni del Cristianesimo puro e le regole della correttezza morale.

L’obiettivo è di allinearsi sulle posizioni dei vescovi italiani e convertirsi al cambiamento interiore” e ai nuovi comportamenti in coerenza con la fede.

La crisi politica-istituzionale è stata definita dal Cardinale Ruini come “drammaticamente segnata da fenomeni di illegalità,di corruzione e di collusioni di ampiezza e gravità sconcertanti con la conseguente perdita di credibilità delle forze politiche”.

E questo mentre è  sempre più avvertita la necessità di profonde riforme.

Da oggi in poi il politico che riscuoterà più successo – a detta del movimento cattolici per la famiglia– sarà quello dell’anima “pura” quello che anteporrà l’uomo alle ideologie, i valori e il bene comune agli interessi personali.

 

I partiti spesso danno l’impressione di vivere su un altro pianeta, lontano anni luce dalla realtà;

completamente sordi al crescente divario tra aspirazioni ideali e immiserita prassi politica, tra bisogni dei cittadini e risposte delle istituzioni.

Ma c’è una speranza per il futuro.

La società ha bisogno che i valori cristiani siano testimoniati ad ogni livello.

Le facili generalizzazioni non servono, il “ dagli all’untore” nemmeno.

Né tanto meno i processi sommari di un intero popolo “forte e gentile” tra manette in aberranti spettacoli tv.

L’appello dei “cattolici per la famiglia” di Vasto è rivolto quindi alle forze nuove che non si devono sottrarre alle loro responsabilità nell’impegno sociale e politico, specialmente ora – come diceva nel 1992 il Cardinale Ruini – che “ il bisogno è più grande e minore appaiono le lusinghe dei vantaggi personali”.

 

Salesiano Cooperatore  LUCIO RITUCCI

 

 

Crisi morale e politica. Parte da Vasto il Movimento “Cattolici per la Famiglia”ultima modifica: 2008-12-26T12:30:14+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento