Elezioni Abruzzo: sette i candidati alla Presidenza

elezioni.jpgSono sette i candidati alla presidenza della Regione Abruzzo. Il centrodestra candida Gianni Chiodi, il centrosinistra Carlo Costantini. L’Udc e l’Udeur appoggiano Rodolfo De Laurentis, La Destra Teodoro Buontempo. Il Partito comunista dei lavoratori candida Ilaria Del Biondo, Alleanza…..

Federalista Leopoldo Rossini, la lista Per il Bene Comune Angelo Di Prospero. Per Chiodi il raggruppamento vede insieme Pdl, Liberalsocialisti, Mpa e la lista civica Rialzati Abruzzo che comprende Dc e Abruzzo Futuro. Accanto a Costantini sette liste: Pd, Rifondazione, Comunisti Italiani, Italia dei Valori, Partito Socialista, La sinistra, (comprendente Sinistra democratica e Verdi), piu’ una lista civica. All’Aquila sono state presentate in totale 14 liste provinciali.(ANSA)

Elezioni Abruzzo: sette i candidati alla Presidenzaultima modifica: 2008-11-01T18:53:54+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Elezioni Abruzzo: sette i candidati alla Presidenza

  1. Se anche tu pensi che la maggioranza degli italiani condivida i provvedimenti del Ministro Gelmini:

    LIBRI DI TESTO: Contro il «caro libri» la legge prevede che i testi scolastici adottati durino almeno cinque anni nella scuola elementare e sei nella scuola media e superiore (salvo appendici di aggiornamento eventualmente necessarie).

    RITORNO DEL VOTO IN CONDOTTA: la legge prevede la valutazione della condotta che sarà determinante per il giudizio finale dell’alunno: con il «5» in pagella, si può correre il rsichio della bocciatura.

    MAESTRO UNICO: il ritorno del maestro unico nella scuola elementare con grande beneficio didattico e psicologico sia per i piccoli alunni bisognosi nello loro tenera età di punti di riferimento sicuri ed affidabili, sia per gli insegnanti cui viene restituita la consapevolezza e la responsabilità completa dell’educazione e dell’insegnamento dei bambini.

    Allora vieni a testimoniarlo su http://pessanoconbornago.myblog.it/archive/2008/10/21/forza-gelmini.html

Lascia un commento