La Destra: No alla delibera per la cancellazione della legge anti sindaci

1115084327.jpg«La Regione ritiri la delibera per la cancellazione della legge anti-sindaci». E’ la richiesta contenuta in un ordine del giorno presentato ieri da Luigi D’Eramo, segretario regionale della Destra, nel consiglio comunale dell’Aquila. «Il Pd prima si è espresso contro il documento», afferma il dirigente, «poi è uscito dall’aula, fancedo mancare il numero legale»…

L’atteggiamento tenuto dal gruppo consiliare del Partito democratico, secondo D’Eramo, svela «l’inganno» sulla presunta intenzione di far slittare le elezioni da fine novembre alla prossima primavera utilizzando lo strumento dell’abrogazione della norma sulle incompatibilità.
«Il PD mente ai cittadini abruzzesi», sostiene Luigi D’Eramo, «attuando una girandola di dichiarazioni contraddittorie nelle quali i vertici nazionali, con Franco Marini in testa, sono favorevoli al voto in novembre, i dirigenti del PD regionale e quelli aquilani sono per l’abrograzione della legge 51/2004 e quindi per un rinvio delle elezioni a primavera, mentre il sindaco di Pescara Luciano D’Alfonso fa il pesce in barile». Questo atteggiamento, a detta del segretario regionale della Destra, è «da casta politica, il cui unico interesse è quello di continuare a percepire indennità, mantenere il seggio e soprattutto trovare una “quadra” politica che oggi non c’è».
La destra, annuncia D’Eramo che proprio in questi giorni ha accolto in Abruzzo il segretario nazionale del partito Francesco Storace per l’avvio della campagna elettorale, «sarà pronta ad azioni eclatanti per evitare che nel consiglio regionale sia approvata la proposta per l’abrogazione della legge elettorale 51/2004».

tratto da ‘Il Centro’

La Destra: No alla delibera per la cancellazione della legge anti sindaciultima modifica: 2008-09-30T12:46:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento