“Donne ora visibili”: finanziato il progetto dal Dipartimento dei Diritti e Pari Opportunità

667542306.JPGIl Comune di San Salvo ha ricevuto un finanziamento di 504.000,00 euro dal Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità per la realizzazione del progetto “Donne ora visibili” dal costo complessivo di 720.000,00.

Si tratta di un importante risultato dal momento che il suddetto progetto è risultato 4° tra 24 altri progetti di cui solo sette sono stati finanziati.

Il Comune di San Salvo è l’ente capofila del progetto finalizzato all’emersione del lavoro nero delle badanti sul territorio regionale e promosso in partenariato con la Regione Abruzzo , e le quattro Province di Chieti, Pescara, Teramo e L’Aquila.

Partecipano alla governance del progetto anche i seguenti soggetti: il Comune di Vasto (Ente

Ambito sociale nr. 24); il Comune di Casalbordino; la Comunità Montana Medio Vastese (Ente Ambito sociale nr. 25); la Comunità Montana Aventino Medio Sangro (Ente Ambito sociale nr. 20); 5) la Comunità Montana Valsangro; 6) la Comunità Montana della Maielletta; il Patronato ACLIColf; 8) la CISL FISASCAT ; 9) la CGIL (Camera territoriale del lavoro di Chieti); la UIL (Camera sindacale provinciale); il CNA (Associazione provinciale di Chieti); la Direzione Provinciale del Lavoro di Chieti.

“Tutti gli organismi aderenti alla governance si occuperanno di: attivare gli sportelli del Sistema regionale dei servizi privati di cura a domicilio presso i propri uffici di segretariato sociale (Enti di Ambito Sociale); sensibilizzare i lavoratori ed i datori di lavoro nel settore dei servizi privati di assistenza a domicilio (Enti di Ambito Sociale, sindacati e associazioni di categoria); offrire un supporto tecnico/specialistico alle famiglie ed agli operatori degli sportelli dei “Punti di Accesso ai servizi privati di cura” nella definizione dei contratti per l’assunzione delle assistenti famigliari (sindacati); lavorare alla definizione di una modulistica standard per i contratti degli Assistenti Familiari (sindacati e Direzione provinciale del Lavoro); ideare una strategia condivisa a carattere prettamente informativo (es. workshop itineranti rivolti a famiglie e assistenti famigliari) per “promuovere” l’emersione dal sommerso” – spiega l’assessore alle Politiche sociali Giovanni Mariotti.

“L’amministrazione Comunale – precisa il sindaco Gabriele Marchese porta avanti la sua lotta contro il lavoro nero delle badanti con un progetto finalizzato a garantire la qualità delle prestazioni del “lavoro di cura alle persone” e a tutelare le professionalità in tale settore attivando, da un lato, percorsi di accertamento delle competenze e favorendo, dall’altro, la regolazione delle prestazioni domiciliari con l’obbiettivo di regolarizzare almeno 250 contratti di lavoro”.

“Donne ora visibili”: finanziato il progetto dal Dipartimento dei Diritti e Pari Opportunitàultima modifica: 2008-07-30T14:21:18+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento