Dal 4 agosto al Palazzo D’Avalos: “Musiche in Cortile”

176884257.jpgParte lunedì 4 Agosto con Danzarteflamenco, affascinante spettacolo di Flamenco, la 3a edizione della rassegna “Musiche in cortile”, uno dei più importanti appuntamenti per gli appassionati della grande musica. La serata inaugurale, con ingresso gratuito,

 con inizio alle 21,30, vedrà protagonista una delle più importanti compagnie di flamenco, in un concerto-spettacolo di rara bellezza.
Anche quest’anno, artisti di altissimo livello saranno protagonisti a Vasto, nell’affascinante scenario del Palazzo D’Avalos.
Spicca tra tutti l’eccezionale evento che vedrà protagonista Mercoledì 6 agosto, ore 21,30, RICHARD GALLIANO, lo straordinario musicista erede dell’indimenticabile Astor Piazzolla.
In una delle rare apparizioni Italiane, col Tangaria Quartet, Galliano approda per la prima volta a Vasto, nell’unica data prevista al centro sud.
La rassegna continua il 12 Agosto con un altro grande nome, Fabrizio Bosso, ormai riconosciuto all’unanimità, uno dei più grandi trombettisti internazionali. Per l’occasione delizierà gli spettatori con il suo gruppo storico “High Five Quintet”.
Il “maestro” Irio De Paula, uno dei più grandi chitarristi internazionali, sarà di scena Mercoledì 13 Agosto, con il suo accattivante repertorio di Samba Jazz. Ingresso Gratuito
La rassegna terminerà il 14 agosto con il tradizionale appuntamento di Tango argentino, con la presenza dei “ Four for Tango”. Ingresso gratuito
Tutte le serate avranno inizio alle ore 21.30, con 2 concerti aperitivi previsti nei giorni 12 e 13 Agosto, dalle ore 20.30, in omaggio al grande talento dell’indimenticato musicista Vastese Angelo Canelli.
In caso di pioggia, i concerti si svolgeranno comunque al Cine Teatro Ruzzi.
L’organizzazione è a cura dell’agenzia Muzak di Vasto
.
Prevendita dei concerti di Galliano e Bosso
c/o Muzak in Via San Michele a Vasto, tel. 0873.365378 – 331.6433377

Dal 4 agosto al Palazzo D’Avalos: “Musiche in Cortile”ultima modifica: 2008-07-30T14:29:11+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento