Celebrato il 29° della morte di GIUSEPPE SPATARO, UNO DEI PADRI FONDATORI DELLA REPUBBLICA

di Nicola D’Adamo

VASTO 31 GENNAIO 2007 –  In occasione del 29° anniversario della morte del senatore Giuseppe Spataro, avvenuta nella sua casa romana di via Cola di Rienzo il 30 gennaio del 1979, l’illustre figlio di Vasto è stato ricordato per iniziativa del Comitato cittadino, che porta il suo prestigioso nome, presieduto da Giuseppe Forte….,

attuale presidente del Consiglio Comunale di Vasto. Ieri sera, nella Cattedrale di San Giuseppe, è stata celebrata una Santa Messa alla quale hanno partecipato molti vecchi amici del sen. Spataro e cittadini che di Lui conservano un gradito ricordo. Il celebrante, mons. Giovanni Pellicciotti, all’omelia ha ricordato cosa ha rappresentato Spataro nella vita politica italiana ed ha additato la sua profonda fede, le sue radici cristiane a modello di vita per quanti oggi ricoprono cariche pubbliche a livello nazionale e locale. Al termine della cerimonia è stato deposto un cuscino di fiori al monumento a Spataro collocato in piazza del Popolo. Quindi, nella sala delle conferenze della Società Operaia di Mutuo Soccorso, vi è stato il ricordo del compianto senatore da parte del sen. Germano De Cinque che ha affrontato il tema “Giuseppe Spataro e la rinascita dell’Abruzzo”. Il sen. De Cinque è stato presentato dal presidente della S.O.M.S., Roberto Del Borrello, e da Giuseppe Forte. De Cinque ha ricordato il ruolo che Spataro ebbe durante il periodo fascista ed il suo diretto coinvolgimento nella vita politica nazionale sin dal 15 giugno del 1944. Per il sen. De Cinque l’Abruzzo deve a Spataro perenne riconoscenza per essersi egli battuto per l’inserimento della nostra Regione nella Cassa per il Mezzogiorno. Di Spataro sono stati ricordati il suo forte radicamento alla Regione d’origine, il suo impegno per il varo di una legge sui danni dio guerra, l’amore per gli organi di informazione ed in particolare per “Il Popolo”, giornale della democrazia Cristiana. Infine, De Cinque ha ricordato l’impegno e l’opera di Giuseppe Spataro per lo sviluppo della Valle del Trigno, della Valle del Sangro e delle altre aree d’Abruzzo nelle quali sono stati realizzati grossi insediamenti industriali di valenza europea. Presenti all’incontro il sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, ed i suoi predecessori Nicola Notaro ed Antonio Prospero, nonché l’ex assessore regionale Giuseppe Molino e numerosi rappresentati della DC. Il sindaco Lapenna ha preannunciato per il prossimo anno, così come richiesto da Giuseppe Forte, l’organizzazione di importanti iniziative culturali finalizzate a celebrare il trentesimo anniversario della morte di un uomo, di un politico di alto livello che ha contribuito a far diventare grande l’Abruzzo.

Celebrato il 29° della morte di GIUSEPPE SPATARO, UNO DEI PADRI FONDATORI DELLA REPUBBLICAultima modifica: 2008-01-31T22:00:44+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo